Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Parma "gli Ospiti" 12 2014
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Gran Duchessa dal rispetto antico

Giovanni Labanca

Ingrato compito quello toccato, questo tiepido  pomeriggio milanese, alla Duchessa  del Granducato, giunta a San Siro con ben altro spirito di quello che si prefigurava nei tempi passati. C’è un clima surreale che ristagna sul catino dai mille trionfi, dalle coppe levate al cielo in segno di dominio e di grandezza. Il drappello ben più forte delle altri occasioni ha alla testa proprio uno di quegli uomini che nel passato ha fatto tanto per quei colori, per quelle maglie che, oggi, grondano sudore, ma hanno poco di valoroso da appuntarsi sul petto. Il Parma lo sa che avrà di fronte un Diavolo cotto a puntino dal calore del Calderon  e trafitto da quattro banderillas, che non lasciano se non segni mortali. Donadoni ed i suoi armigeri non possono tener conto di questo, ma devono onorare un campionato che li vede veleggiare in un mare tranquillo e spazzato da venti favorevoli come non mai. Non vorrebbero essere, tuttavia, l’ultima arma letale per una squadra fantasma, ma, come si comandava ai tempi del Gran Ducato, debbono riportare sulle colline profumate della città del bel canto quel bottino pieno, che andrebbe ad aggiungersi a quello già messo al sicuro nei forzieri di casa. C’è imbarazzo, quasi rispetto nel dare battaglia  alle strenue forze di quello che era il Club più titolato al mondo e che, ora, tutti quei titoli non possono curargli nessuna delle ferite lancinanti che ne straziano il corpo. Come si potrebbe impedire, per esempio, ad Antonio Cassano di stilettare un altro brutto colpo ad una squadra che mal lo ha sopportato e per la quale non nutre certo compassione? Non si può, come non lo si può ordinare ad uomini abituati a vincere anche fuori dalle mura amiche e quelle della Scala del calcio non sono certo solide ed inespugnabili come un tempo. Ora non c’è più nessuno in grado di buttare olio bollente dai torrioni o frecciate intrise di veleno sugli arrembanti reggiani. Il Castrum ambrosiano ha le porte spalancate, facili da attraversare. La palla è al centro ed a contendersela saranno non saranno solo quelli venuti dalla Bassa, ma anche  altri undici simili alla mitica Fenice, capace sempre di riprendere il volo, proprio quando bastava un ultimo colpo per seppellirla per sempre.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.