Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Udinese "Taca la Bala di Aldo Colombo"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

TACA LA BALA

Aldo Colombo

C’era puzza di bruciato e l’arrosto l’ha completato il redivivo WM, rovesciando a dritta e rovescia nel secondo tempo un Inter che si era dignitosamente comportata nei primi quarantacinque minuti. E così, sempre restando in tema gastronomico, la frittata si è completata al novantesimo in punto, con l’Atalanta capace di espugnare San Siro e rompere la miniserie positiva della brigata di Thohir, ripiombando nell’anonimato. Ovviamente c’è stata anche un po’ di sfiga (anzi  bella abbondante) con i legni che hanno sempre detto no a Palacio and company, e con un Atalanta di livello europeo, alla faccia di chi dice che Colantuono sia solo un motivatore e basta, oppure un semplice allenatore di muscoli. Forse, diciamo la verità, è una bella occasione questo infrasettimanale che arriva subito a lenire (speriamo) le recenti e sanguinose ferite. Mazzarri non è fortunato anche in questo caso perché sulla sua strada (e sempre a San Siro) trova un Udinese rivitalizzata dal maestro sottostimato Guidolin. D’obbligo vincere, ma lo dicevamo pure una settimana fa con l’Atalanta e non ha portato buono, e occhio perché si è risvegliato anche Totò Di Natale, tanto per gradire. In due parole anche stavolta sarà imprescindibile il rendimento degli unici due con quel briciolo di classe utile per svoltare e per girare la partita: stiamo parlando di Guarin e Hernanes che, guarda caso, contro l’Atalanta hanno avuto un rendimento, definiamolo così, “normale”. Cioè non sono andati male ma non sono andati neppure aldilà del cosiddetto compitino scolastico. Eh no! Da Ferdi e dall’uomo della Bibbia ci si aspetta molto ma molto di più, è il momento di sclassare, come si dice in gergo. Non è in dubbio l’impegno, chiariamo subito: Guarin, dopo la querelle di mercato di gennaio, ha cominciato ad allenarsi di buzzo buono e i risultati si sono visti subito: non è più un corpo estraneo alla squadra, non è più un solista vanaglorioso, è diventato una risorsa, grazie anche (e questo bisogna riconoscerglielo) ad un lungo lavoro psicomotivazionale ben svolto da Mazzarri stesso. Ferdi ha imparato a servire i compagni, ad usare il tiro da fuori al momento giusto, ad alzare ogni tanto la testa. Gli si chiede solamente un pizzico di cattiveria in più proprio negli ultimi metri perché potrebbe essere un realizzatore coi fiocchi e invece non lo è ancora. Il capitolo Hernanes invece va preso con più calma visto che l’ex laziale è in nerazzurro da troppo poco tempo: l’inserimento, comunque, è stato più che positivo, anche lui con l’Atalanta però non è andato al di là di una regia un po’ troppo elementare e scolastica. Può fare di più, molto di più, è stato comprato per questo, e il primo banco di prova sarà proprio il centrocampo dei friulani che Guidolin schiera sempre in modo assai compatto.  D’altra parte lo ha detto proprio lo stesso Mazzarri in una recente intervista alla Gazza: “Io do un’identità ma sono i giocatori bravi a fare la differenza e dunque conta anche la qualità e non solo il lavoro del tecnico. Più forti sono i giocatori e più facile è arrivare in alto”. Parole sante che sanno di investitura proprio per Hernanes e Guarin. A loro la risposta questo giovedì sera, in un match che si preannuncia altamente spettacolare. 


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.