Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo 15 2014 "Giù al Nord"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Mio fratello è catanese

Fiore Marro      

L’Italia pallonara ha tra le sue infinite peculiarità anche i derby. Derby è la definizione di  uso giornalistico di una partita di calcio giocata tra due squadre della stessa città, ma noi come spesso ci capita di fare, abbiamo esteso il derby anche ad altro, per estensione il termine derby indica un incontro molto sentito fra squadre con accese rivalità agonistiche. Nella storia dei derby, ne rammento uno del passato  tra Napoli e Avellino con l’ arbitrio D’Elia di Salerno , chissà quel giorno, se i due guardalinee erano rispettivamente di Caserta e Benevento, sarebbe stata la giusta chiosa di un evento eccezionale. Certo in giro per il mondo ce ne è tante di partita di campanile, anche  importanti come ad esempio El Clásico  Barcelona-Real Madrid. Ma da noi c’è l’apoteosi: Derby d'Italia: Inter - Juventus.  Quello del Nord Italia: Juventus – Milan; della Madonnina: Inter - Milan ; di Roma: Lazio – Roma;  della Mole: Torino - Juventus; della Lanterna: Genoa- Sampdoria; della Scala: Hellas Verona - Chievo Verona; della Via Emilia: Bologna - Parma;di Puglia: Bari - Lecce; di Sicilia: Palermo - Catania; di Toscana: Fiorentina – Livorno; del Sole o Derby del Sud: Napoli - Roma; dello Stretto: Messina - Reggina; delle Isole: Cagliari - Palermo e poi quelli che oggi si definiscono derby delle Due Sicilie come quelli tra Napoli e Palermo o Napoli e Catania. Ieri 26 marzo 2014 si è consumato uno dei derby tra due squadra delle Due Sicilie anche detto: derby dei vulcani, al Massimino di Catania , partita quasi drammatica per le due compagini, una in lotta per raggiungere la Champions League l’altra disperatamente in cerca di punti salvezza; per chi è legato come me all’idea identitaria delle Due Sicilie, ha di certo sofferto molto per questo incontro, perché da qualche anno il senso di appartenenza ad un territorio e alla storia gloriosa che fu, quella della gente del sud italico, valica talvolta anche la realtà periferica del tifo. Il Napoli doveva vincere per non perdere terreno nei confronti della Roma ed evitare  di far avvicinare troppo la Fiorentina che ambisce a scalzarlo e prenderne la posizione di terzo in classifica per la questione Champions; abbiamo vinto ma  mi sono sentito e con me molti altri come una sorte diConte Ugolino. Mi auguro che il Catania rimanga in Serie A e non retroceda a causa nostra; mi rincresce però e che la mia squadra del cuore abbia concesso punti a tutte e tre le avversarie dirette dei rosso  - azzurri siciliani purtroppo. Sono certo che nessun vero tifoso del Napoli ha gioito fino in fondo per la vittoria azzurra contro i fratelli etnei. Chi è stato in Sicilia in occasione del incontro ha assistito ad un “terzo tempo”  che è stata una cartolina del “bello calcio”; i canti, gli abbracci tra le due tifoserie, le bandiere delle due squadre che sventolavano all’unisono è stato un epilogo stupendo di una riscoperta fratellanza che va oltre il mondo del calcio e che riporta finalmente un messaggio che sia di monito a tutto il cosmo terronico, noi  del sud siamo tutti figli di una sola Patria come hanno dimostrato ieri catanesi e napoletani, fratelli duosiciliani all’ombra dei vulcani!

Mio fratello è catanese.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.