Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo 15 2014 "Editoriale"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Beppe Vigani

Il Milan dà un calcio alla crisi, espugna Firenze e si ributta all’inseguimento di un’Europa che sembra troppo lontana. Forse è tardi, ma una vittoria del genere fa tanto bene. Dopo quattro partite a parlare di incapacità, di giocatori scarsi e di scarse motivazioni, i rossoneri hanno piegato i viola con i due giocatori tra i più discussi d’Italia. Le strade tortuose non sempre portano all’inferno. Da quando in via Aldo Rossi hanno dato l’ultimatum a Seedorf, l’olandese ha ottenuto quattro punti su sei, in due trasferte tra le più ostiche. Più dell’Inter nei due match casalinghi. E potrebbe non essere finita qui. I nerazzurri, fra due giorni, incontreranno il Livorno, ma subito dopo Bologna (col coltello in mezzo ai denti per la precaria posizione di classifica) e, soprattutto, Sampdoria, Parma in trasferta, poi Napoli e il derby. Quattro partite in cui si gioca molto Walter Mazzarri, il quale si deve ancora conquistare la riconferma per il prossimo anno. L’ha detto, mercoledì, Erick Thohir: “Alla fine della stagione faremo i confronto con il management e prenderemo una decisione”. Parole che suonano come una minaccia, cui il tecnico dei nerazzurri non dà molto importanza: “Sono sempre stato abituato a mettermi in discussione, è uno stimolo”. Se Seedorf ora è in paradiso, Mazzarri appare avere la panchina più traballante che mai. Se dovesse mancare la qualificazione in Europa League, è facile prevedere un suo allontanamento. Un paradosso. Non può correre rischi l’Inter con il Livorno, ma questa stagione di normale non ha nulla. Il Milan ne è un fedele testimone. Saette e fulmini contro giocatori e allenatore per vedere una reazione degna di tale nome. A volte la mente umana è strana. Contro il Chievo, stasera, non sarà una passeggiata, ma in questi tre giorni si sono dissipati i nembi che ghermivano Milanello e dintorni. A volte si cambia senza volerlo: “La difficoltà non sta nel credere alle nuove idee ma nel rifuggire dalle vecchie", parola di J. M. Keynes (uno dei più grandi economisti del XX secolo).


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.