Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo 15 2014 "Strategie Milan"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

STRATEGIE ROSSONERE

Ecco cosa cambia  in casa Milan la prossima stagione

Emanuele Tramacere          Data da cerchiare in rosso, o, meglio, settimana da tenere in grande considerazione. Ad Aprile in casa Milan si giocherà una partita che molto avrà da dire sull’immediato futuro della società di via Aldo Rossi. Una battaglia che si disputerà sulle scrivanie del Consiglio di Amministrazione straordinario che fra il 19 e il 26 di Aprile delineerà in via definitiva il nuovo assetto societario del club presieduto da Silvio Berlusconi. Da una parte si schiera la famiglia dell’ex Cavaliere con la figlia Barbara, il nuovo che avanza, che vuole rifondare la società rossonera e renderla più manageriale e appetibile a livello globale. Dall’altra parte della barricata si siederà Adriano Galliani, amministratore delegato del club, con i suoi 28 anni di carriera al fianco del club e dello stesso Berlusconi. In ballo non ci sarà soltanto la gestione amministrativa del club ma, soprattutto, la riforma del settore sportivo, con l’assunzione di un nuovo Direttore da affiancare a Galliani dopo l’addio di Ariedo Braida. I principali candidati restano Riccardo Bigon, attuale direttore sportivo del Napoli e Sean Sogliano, ds del Verona, entrambi, comunque, graditi anche allo stesso Galliani. Con l’assunzione di un nuovo uomo mercato, il Milan darà il via libera a una serie di tagli nella rosa che faranno scendere, complice la sempre più probabile esclusione dalle competizioni europee del club, il numero di tesserati dagli attuali 30 a non più di 23 elementi. La politica degli ingaggi sarà rivisitata al 100% liberando il monte stipendi di contratti importanti oltre i 4 milioni di euro.  

CHI RIMANE In pochi dell’attuale rosa hanno la certezza di una permanenza al termine della stagione. Abbiati rimarrà nel ruolo di secondo portiere per un altro anno. In difesa Bonera e Zapata, nonostante quest’ultimo non abbia convinto in questo campionato, sono certi della permanenza in squadra. A centrocampo e sugli esterni i soli Montolivo, De Jong, Kakà e De Sciglio possono considerarsi intoccabili mentre in attacco Pazzini ed El Shaarawy, con il secondo da considerarsi incedibile per via delle condizioni ancora incerte per il rientro in campo, saranno il punto di partenza per ripartire nella prossima stagione.

CHI PARTE Continuamente sotto la lente di ingrandimento dei tifosi e, soprattutto, sotto quella dei revisori dei conti rossoneri, Robinho e Mexes dovranno forzatamente lasciare il club rossonero. Il loro ingaggio, superiore ai 4 milioni di euro, sfora il tetto salariale previsto dalla nuova gestione societaria. Difficile, a meno di un finale di stagione ad altissimi livelli, che gli uomini mercato del club possano arrivare al riscatto (oneroso) di Taarabt, Rami, Poli e Silvestre. I contratti di Emanuelson (in scadenza, a fine stagione) e Abate (la cui scadenza è a giugno 2015) non saranno rinnovati e, inoltre, non sarà rinnovata la fiducia a Constant, Muntari, Birsa, Saponara ed Essien. Capitolo a parte meritano il deludente Keisuke Honda e il mai domo Mario Balotelli. Entrambi  i giocatori, a oggi, non hanno mercato e le rispettive scelte di marketing potrebbero convincere il Milan a trattenerli in squadra. Soprattutto per quanto riguarda SuperMario, tuttavia, la necessità di cambiare aria potrebbe portare il suo procuratore, Mino Raiola, alla ricerca di una pretendente europea in grado di rilanciarne la carriera anche, e soprattutto, in seguito al prossimo Mondiale in Brasile.

COSA SERVE Il Milan, come confermato anche dalla stessa Barbara Berlusconi, è alla ricerca di giovani talenti già pronti per una grande piazza ma non ancora affermati a livello mondiale. Investimenti importanti per giocatori datati, anche se a parametro zero, non saranno più accettati. In tre anni il club dovrà arrivare ad una gestione autofinanziata sul modello di Arsenal e Borussia Dortmund. Un difensore centrale, un terzino possibilmente sinistro, un centrocampista centrale di qualità e una seconda punta in grado di arrivare facilmente in doppia cifra sono i settori da rimpolpare e rinforzare in sede di mercato. Ecco perché nella prossima campagna acquisti serviranno idee, metodo e disciplina abbinate ad un grande lavoro di scouting. Il nuovo Milan è solo all’inizio.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.