Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Chievo 15 2014 "Palla all'On"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Lara Comi       intervista Valentina Aprea, Assessore all'Istruzione, Formazione e Lavoro  della Regione Lombardia

Avanti con Seedorf, è la persona giusta per il rilancio del Milan

Il 4- 0 al Barcellona il ricordo più emozionante.

Baresi il più grande di tutti, un simbolo dei valori in cui ha sempre creduto la società rossonera

 

Da quando è tifosa rossonera?

Ho sempre simpatizzato per il Milan, ma la mia è diventata una vera passione da quando ho iniziato a collaborare con il Presidente Berlusconi, al quale sono legata da una grande amicizia e stima”.

Chi è stato per lei il più grande campione rossonero e perché?

Sicuramente il capitano di mille vittorie, Franco Baresi. Uomo che ha incarnato sia sportivamente che umanamente i valori che da sempre contraddistinguono la grande società rossonera”.

Ci racconti un suo ricordo di come ha vissuto un momento speciale dei successi del Milan.

Il ricordo più emozionante è quello della finale di Atene del maggio 1994, quando il club rossonero vinse per 4 a 0 contro il fortissimo Barcellona. È stata per me la vittoria più sentita, in quanto è stata la prima a livello internazionale che ho potuto festeggiare da parlamentare di Forza Italia. Ricordo, infatti, di aver visto la partita insieme ad altri allora parlamentari a Roma”.

Recentemente è stato inaugurato un Milan Club presso la Regione Lombardia, a Palazzo Pirelli. Una scelta coraggiosa visti i tempi…

Sì. Ero presente all’inaugurazione  ed è stata una giornata emozionante perché ho avuto la possibilità di conoscere personalmente il grande campione, Franco Baresi. La scelta di aprire un Milan Club, in un periodo in cui la squadra attraversa un momento non facile, è sicuramente un segnale di vicinanza e di attaccamento ai colori rossoneri da parte dei tifosi”.

Milan in crisi, si cerca di capire. Qual è la sua idea?

Durante tutti gli anni della Presidenza Berlusconi il Milan ha raggiunto traguardi incredibili, vincendo sia in Italia che a livello internazionale e diventando il club più titolato al mondo. Credo che sia normale che all’interno di un ciclo così lungo e vittorioso ci possano essere degli anni di transizione senza successi. Noi tifosi milanisti siamo abituati bene, ma non si può sempre vincere!”.

Maldini ha detto che non esiste un progetto, si guarda all’oggi e non al domani. È vero?

Ritengo che questi siano anni di transizione  e vadano affrontati con estrema cautela, soprattutto a causa delle difficoltà e restrizioni economiche che ci vengono imposte dalla crisi che stiamo affrontando. Penso che la società rossonera, scegliendo in questi ultimi anni di porre grandissima attenzione al bilancio, stia ponendo le basi per una imminente rinascita. Sono sicura che i risultati non tarderanno ad arrivare, bisogna solo avere pazienza e fiducia nelle persone che fin qui hanno contribuito a rendere il Milan una della squadre più vincenti e famose nel mondo”.

Altro capo di accusa, non si comprano giocatori funzionali al gioco ma solo parametri zero. Si spende male?

Sicuramente la società è stata più accorta nell’acquisto dei giocatori negli ultimi anni, evitando di spendere cifre folli che magari sarebbero state funzionali a vincere subito ma che non sarebbero state sopportabili economicamente nel lungo periodo. Si è comunque riusciti a portare a casa degli ottimi affari a delle cifre molto basse e si è iniziato un importante lavoro con il settore giovanile che ha permesso ad alcuni dei nostri ragazzi di giocare stabilmente in prima squadra, come De Sciglio. Non dimentichiamoci dell’importante vittoria della Primavera nel torneo di Viareggio, a dimostrazione che la società sta lavorando bene con i giovani, che saranno il nostro futuro!”.

Balotelli è funzionale al gioco di squadra del Milan?

A me Balotelli piace tantissimo, è un grande campione con grandissime potenzialità ancora non del tutto espresse. Ritengo che i tifosi debbano avere pazienza e porre in lui maggiore fiducia. Sarà sicuramente uno dei protagonisti della rinascita e delle prossima vittorie del Milan”.

Cambiare Allegri con Seedorf è stata una scelta giusta?

Preferisco non entrare nel merito delle scelte della società, che fino ad ora ha sempre dimostrato di saper fare la scelta giusta. Allegri ci ha fatto vincere uno scudetto e ha avuto la bravura di guidare la squadra ottimamente in momenti un po’ difficili non solo per il Milan, ma per tutto il calcio italiano. Seedorf è stato un grandissimo protagonista delle recenti vittorie rossonere e ha un grande carattere e carisma. Ritengo che sia la persona giusta per portare avanti il progetto Milan e farci gioire nuovamente”.

Ma perché Donadoni, che sta facendo benissimo al Parma, non è stato preso in considerazione come scelta per la panchina?

Questa è una domanda cui non posso rispondere. Donadoni sta facendo sicuramente benissimo a Parma, ma se la società ha scelto di puntare su Clarence avrà sicuramente le sue buone ragioni. Invito i tifosi a sostenere la squadra sempre, soprattutto nei momenti di difficoltà, come da sempre ci insegna il nostro Presidente, al quale auguro, insieme a tutti i tifosi, di festeggiare il prima possibile nuovi trionfi. Forza Milan!”.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.