Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Catania 17 2014 "Arte"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Arte come gioco, arte come mestiere

Milano, in occasione del Salone del Mobile, celebra il grande designer Munari

Marby

“Complicare è facile, semplificare è difficile” diceva Bruno Munari e questa è la  frase che riassume il suo percorso di artista e designer. Milano, in gran fermento questa settimana per la presenza internazionale di milioni di persone che partecipano al noto evento del Salone del mobile, celebra Bruno Munari, designer, artista e scrittore italiano in una mostra che ne illustra il percorso creativo, intellettuale e stilistico al Museo del Novecento dal titolo ”Munari Politecnico”. La mostra, realizzata in collaborazione con la Fondazione Jacqueline Vodoz e Bruno Danese è l’occasione per presentare al grande pubblico parte del consistente nucleo di opere del designer, raccolte dalla Fondazione. Le prime sezioni della mostra sono dedicate agli orientamenti artistici giovanili di Munari attraverso un percorso che riassume gli stili delle avanguardie storiche del 900 di cui l’autore si è nutrito. Infatti, appena diciottenne riprende i canoni estetici e stilistici del movimento Futurista di seconda generazione influenzato dalla poetica di Filippo Tommaso Marinetti, Giacomo Balla e Fortunato Depero e nel 1927 partecipa alla mostra realizzata nella galleria Pesaro di Milano con un dipinto che s’ispira al noto pittore “futurista” Umberto Boccioni.  In seguito si fa portatore delle idee dei pittori astratti degli anni d’oro della rivoluzione visiva e nel corso degli anni Trenta, grazie alle mostre italiane e straniere in cui presenziò. L’artista milanese ebbe modo di conoscere i principali movimenti artistici internazionali, subendo, principalmente, l’influsso della poetica stilistica della nota scuola tedesca Bauhaus dove nacquero le idee artistiche più rivoluzionare.  E’ da qui che nasce l’idea del designer per opera di Walter Gropius architetto berlinese che ha un'ambiziosa aspirazione: mutare radicalmente il ruolo dell'architetto nella società, da semplice progettista di edifici a intellettuale aggiornato, deciso ad intervenire consapevolmente nel variegato mondo delle forme. Da questo nuovo approccio prende forma la figura del designer, eclettico creatore di manufatti che interviene nel progetto globale del paesaggio umano, dalle grandi opere pubbliche alle abitazioni, dagli arredi agli utensili, dai treni alle automobili e nel caso di Munari anche nell’editoria e nella nuova cultura grafica. L’autore, che si fa portatore delle idee innovative d’Oltralpe, sviluppa un suo modo di comunicare la visione e la percezione delle forme e a questo proposito espone nel 1932 le sue Macchine inutili, strutture geometriche, mobili nello spazio, da appendere e in continua trasformazione.  In seguito l’eclettico artista e designer si occuperà di grafica e di libri didattici per l’infanzia. Per concludere, all’interno della mostra, possiamo vedere l’esposizione fotografica realizzata da Ada Ardessi e Atto, due autori che per decenni hanno lavorato a stretto contatto con Munari. Le immagini fotografiche testimoniano la vicenda umana e professionale dell’autore e ci restituiscono la complessa e poliedrica personalità di Munari: uomo, artista e designer.

Museo del Novecento di Milano

Mostra “Munari Politecnico”

A cura di Marco Sammicheli

Allestimento e progetto grafico Paolo Giacomazzi

Dal 6 aprile al 31 luglio 2014


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.