Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Milan Livorno 18 2014 "i Cugini"
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Vincere col Parma per la conferma

L’ultima vittoria al Tardini risale alla stagione 2007-2008

Emanuele Tramacere

Nel mezzo del triangolo amoroso Mauro Icardi - Wanda Nara - Maxi Lopez, sulla ruota di Genova è spuntato per l'Inter un risultato, la vittoria, attesa ormai da quattro giornate. Un successo quanto mai convincente anche se, nel corso dei 90 minuti, la squadra allenata da Walter Mazzarri ha palesato ancora una volta i numerosi difetti strumentali che l'avevano portata alla sconfitta contro l'Atalanta e ai tre pareggi consecutivi contro Udinese, Livorno e Bologna. Anche al Tardini contro il Parma il tecnico dei nerazzurri è costretto a centrare il bottino pieno. Una vittoria contro i ducali, con Milan e Lazio prossimi rivali, infatti, sarebbe fondamentale nella corsa ad un piazzamento in Europa League. Il ritorno in Europa, a questo punto, resta l'ultimo spartiacque imposto dal presidente nerazzurro Erik Thohir per la conferma sulla panchina interista anche nella prossima stagione dell'allenatore originario di San Vincenzo. L'ultimo, certo, perché della rivoluzione tattica imposta nell'ultima uscita ha già iniziato a puntellare la valorizzazione dei migliori talenti presenti all'interno della rosa dell'Inter. Thohir ha sempre puntato il dito su una gestione mirata verso il lancio e l'inserimento in prima squadra di talenti in rampa di lancio e l'esplosione di Mauro Icardi e la rinascita di Mateo Kovacic fanno sorridere sia i dirigenti che lo staff tecnico nerazzurri. Contro il Parma non ci sarà Andrea Ranocchia, squalificato, e allora in difesa potrebbe ritrovare una maglia da titolare Hugo Campagnaro, accantonato dall’allenatore nerazzurro con la contemporanea crescita di Rolando che, insieme con Walter Samuel, completerà il pacchetto arretrato. Kovacic-Cambiasso-Hernanes è una cerniera di centrocampo diventata imprescindibile data la straordinaria capacità di abbinare quantità, esperienza e qualità. Sulle fasce Danilo D’Ambrosio continuerà a vestire la maglia da titolare in attesa del rientro di Jonathan, ancora non al meglio, mentre il tandem d’attacco Icardi-Palacio non sarà toccato nonostante il trittico di sfide, Napoli-Milan-Lazio che attende i nerazzurri. Per i ducali Donadoni proverà fino all’ultimo allenamento pre-partita a recuperare il talento e l’estro di Antonio Cassano, ex dal dente avvelenato e scartato forse con troppa fretta dall’allenatore toscano. Non ci sarà, invece, il mattatore della gara d’andata, Nicola Sansone, ceduto in comproprietà al Sassuolo, che siglò la sua prima doppietta in serie A proprio contro i nerazzurri. Con 5 squadre racchiuse in soli 5 punti e con in contemporanea la sfida fra Lazio e Torino, vincere contro il Parma vorrebbe dire non solo portare a 5 i punti di distacco dai ducali attualmente sesti, ma potrebbe ampliare il gap di vantaggio anche nei confronti delle dirette inseguitrici, Milan compreso. Vincere per salvare il proprio futuro e quello dell’Inter contro il Parma sarà la prima di cinque finali.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.