Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Ambrosini -il personaggio- 5 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Questo sì che è un capitano

Contro il Novara ha mostrato di avere ancora cuore e grinta. E nonostante gli anni trascorrano in fretta, Ambrosini sembra un giovincello. Che può dare ancora tanto al Milan

di Alessandra Caronni

  L’assist perfetto per il primo gol di Ibrahimovic è un forte segnale della sua forma fisica. Massimo Ambrosini deve sempre vincere. “Non ci possiamo permettere di perdere punti dalla Juve.”. Anche quest’anno alzerà la coppa dei campioni d’Italia. Spesso sta in panchina, re Massimo. Che dice: “A nessuno fa piacere stare fuori, anche dal punto di vista tecnico, non sempre è stato facile per me capire ma questo è il calcio. Il mio rispetto per il mister non è mai mancato”. Sin dall’inizio della sua carriera con la maglia del Cesena, a 17 anni, Ambrosini ha mostrato pazienza. Che venne premiata ai tempi dall'allenatore Bruno Bolchi inserendolo in prima squadra e facendolo esordire in Coppa Italia, in Cesena-Genoa 0-1.
In Serie B le sue 25 presenze e il gol contro il Lecce lo mettono sotto osservazione rossonera. Nell'estate del 1995, a 18 anni, viene ingaggiato dal Diavolo allenato da Fabio Capello. Nelle prime due stagioni il giovane centrocampista pesarese è stato chiuso da giocatori quali Demetrio Albertini e Marcel Desailly, ma è riuscito comunque a trovare spazio giocando in tutte le competizioni. Dopo aver esordito in maglia rossonera nella gara di Coppa Italia Pescara-Milan (1-4), Ambrosini ha fatto il suo esordio in Serie A il 5 novembre 1995, in Milan-Cagliari (3-2). Nella stagione seguente il 25 settembre 1996 ha debuttato in Champions League nella partita Rosenborg-Milan (1-4) giocata a Trondheim. Nell'estate dell’anno seguente il Milan lo dà in prestito al Vicenza, squadra detentrice della Coppa Italia, per permettergli di giocare con continuità e fare esperienza. Dalla stagione 1998-1999 torna a essere definitivamente rossonero. Con il 23 sulle spalle e con Zaccheroni in panchina vince il suo secondo scudetto. Il 2 maggio realizza il suo primo gol con il Milan, un tiro di sinistro da fuori area nella partita Milan-Sampdoria (3-2), che si è rivelata decisiva per la conquista dello scudetto. Nel febbraio del 2001, nelle battute finali della partita casalinga contro la Reggina, subisce un grave infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Torna in campo dopo 10 mesi. Segna un gol al PSV Eindhoven che nel 2004-2005 consente al Milan di accedere alla finalissima di Istanbul persa contro il Liverpool. Dopo un infortunio iniziale, nel 2007 riconquista il suo posto nel Milan formando con Gattuso e Pirlo un centrocampo davvero forte. Dopo il ritiro di Maldini, diventa il capitano del Milan e il 7 febbraio 2010 contro il Bologna disputa la 300esima partita in Serie A. Il 19 maggio ha rinnovato il contratto con il Milan. Ma scadrà a fine stagione: il 30 giugno 2012. Vedremo se sarà rossonero a vita.

   Chi è Massimo Ambrosini
Nato a Pesaro il 29 maggio del ’77, Massimo Ambrosini è il Capitano del Milan. Dotato di un fisico atletico, è un giocatore grintoso, generoso, tatticamente duttile e intelligente. Sui calci piazzati si inserisce in area avversaria per sfruttare la sua abilità nello stacco e nel colpo di testa. Ecco il motivo per cui Carlo Ancelotti occasionalmente lo ha impiegato come centravanti.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.