Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
iosonopompilio 6 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Acido lattico è il vero nemico della Juve, Conte potrà sconfiggerlo

L’allenatore teme il Milan e la campagna della Juventus potrebbe essere incompleta.

Come dice Moggi, Rooney potrebbe essere l’uomo giusto

di Cesare Pompilio

La Juve s’appresta a ripercorrere in senso inverso le 19 giornate del ritorno, dovrà arrivare al 13 di maggio (festa della mamma) da signora imbellettata. Conte ha già fatto un autentico miracolo: ha portato John Elkann (nipote dell’Avvocato) assieme ad Andrea Agnelli (figlio del dott. Umberto) a vedersi una partita di calcio e in campo non c’era la Juve: Milan-Lazio di Coppa Italia. Elkann fino allo scorso anno sentiva il calcio con un amore simile a quello di una coppia di separati in casa, oggi, alla maniera del suo compianto “Nonno” va a vedersi le partite; benvenuto ingegnere. I rumors che arrivano da sotto la mole dicono che Ninozzo Conte sia ossessionato dal Milan. Pare che le famiglie Pirlo e Conte si frequentino spesso, dunque considera i rossoneri i maggiori acquirenti dello scudetto 2011/12. Questo lo diciamo dallo scorso settembre.

  Conte è una persona intelligente, capisce di calcio e da giocatore ha vinto tanto. Da allenatore il suo nome è in cima a due società: Bari e Siena; entrambe le ha portate in serie A. Ora ha l’occasione della vita: centrare lo scudetto con la squadra del cuore. Volete che non s’impegni? Tutti i giorni chiede a Paratici e Marotta un finalizzatore, cioè uno di quei giocatori che buttano la palla in rete. Conte ci prova, la risposta non è sempre all’altezza. È arrivato Caceres, un uomo tutto fare in difesa, è arrivato Borriello, in teoria dovrebbe buttarla dentro più di Matri o più di Quagliarella, non è così per eliminare la Roma dal turno di Coppa Italia, c’è voluta una magia del “vecchio” Del Piero, dunque ancora uno dell’antica guardia, che già con Fabio Capello, faceva panchina. Se Borriello vale Matri perché Marotta ha preso il doppione? Ci voleva Rooney del Manchester United. L’inglese ha rotto con tutti, allenatore compreso. Sir Ferguson non lo vuole vedere neppure in foto, dunque sarebbe stata l’occasione per portarlo a Torino. Luciano Moggi, in un’altra parte del giornale che avete in mano, da le direttrici della campagna acquisti: “Ci vuole coraggio, ci vuole intelligenza”. Direttore, quanto ci manchi. Il popolo bianconero è sempre dalla tua parte, sappilo. Solo autentici cialtroni possono prendere posizioni diverse. Manchi tu, caro direttore Luciano Moggi, dietro le spalle di Ninozzo Conte, mancano i tuo consigli (Vero Lippi). Se ci fosse Luciano la squadra non farebbe tutto il podismo che domenicalmente esegue. Dunque, Conte non deve avere paura del Milan, che, con rispetto parlando, possiede una rosa di altissimo livello: Ibra, Pato, Robinho, Maxi Lopez, Nesta, Thiago Silva ecc… Ninozzo deve avere paura dell’acido lattico, un nemico invisibile che creerà strappi in serie ai baldi giovanotti che per ora corrono come degli assatanati e triturano chiunque si trovi nel loro cammino. Avremo tempo e modo, saremo presenti e pronti, lo champagne è… nel frigo. Per ora muti, marciare e non parlare esattamente come all’andata. Avremo un mese di febbraio durante il quale le due forze storiche del calcio italiano s’incontrano sia per la Coppa Italia sia per lo scudetto… Altri rosicano e vogliono rispetto. Pensassero a giocar bene e rispettare chi paga il pegno (biglietto e sentimento). Bacio le mani.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.