Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
L'Editoriale 19 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

L’Editoriale

Non c’è più spazio ai miracoli

di Beppe Vigani

È finita l’era Ranieri. Dispiace, forse sì, forse no. La sconfitta di Torino passa anche nelle decisioni del tecnico testaccino, che ha ingoiato il dolore dell’insuccesso come un sorso di ricino. Ora c’è Andrea Stramaccioni, che lascia la squadra Primavera dopo aver trionfato nella Champions League giovanile contro l'Ajax. Viene da sorridere, Moratti non aveva visto il derby d'Italia per volare a Londra a sostenere i giovani. Stramaccioni, che avrà al suo fianco Beppe Baresi, si porterà il suo staff. Quello di Ranieri è il sedicesimo esonero della serie A in questa stagione. Una carriera piena di buchi, forse l’ultimo il più paradossale.

Era tutto iniziato così bene, tanto che la stanza dei bottoni di Corso Vittorio Emanuele aveva pensato di confermarlo. Sette vittorie consecutive, compreso il derby, avevano fatto proiettare l’Inter lassù in cima, facendo sognare il paradiso non certo ai migliori. “Cogito ergo sum” diceva Cartesio. Ranieri sapeva benissimo di non andare nella strada giusta, ma prenderne una nuova risultava alquanto difficile. Non riesco ad addossargli tante colpe, nonostante non rimarrà a lungo nella mente degli interisti. Rimangono poche vittorie, concentrate in un mese e mezzo, e un’eliminazione dalla Champions che brucia ancora maledettamente. Una ferita che il tecnico romano non è riuscito a disinfettare, neanche nelle partite successive.

Con la Juventus era atteso a una riscossa e, invece, dopo un primo tempo promettente, è naufragato con cambi cervellotici che hanno consegnato la vittoria agli uomini di Antonio Conte. Ora la panchina è affidata a un baldo tecnico che, come traghettatore di anime, proverà a portare un po’ di freschezza a un ambiente pieno di muffa e aria pesante. Non sarà facile, perché la panchina nerazzurra mangia gli allenatori, mangia certezza e, soprattutto, brucia le carriere. Ne sanno qualcosa Orrico, Bianchi, Marini, Suarez, Corso, Lucescu, Hodgson, Benitez, Gasperini. Per Stramaccioni sarà diverso? Ce lo auguriamo, se non altro perché significherà che l’Inter sarà entrata in Europa anche dalla porta secondaria. Non c’è più spazio ai miracoli, anche se la speranza è l’ultima a morire. Dispiace solo vedere così in declino una squadra che solo tredici mesi fa era sul tetto del mondo.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.