Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Teatro 23 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

“Tre Cuori in Affitto” trasloca su un palco

di Alessia Scurati

  Centosettantadue episodi in otto stagioni fecero di “Tre Cuori in Affitto” una delle serie cult, a cavallo tra il 1979 e il 1984. Per tutti coloro che si fossero persi in quegli anni questa pietra miliare del serial made in Usa, vero capostipite di molte sit-com che ancora oggi vengono ritrasmesse sui canali italiani, è assolutamente consigliabile recarsi al Teatro Nuovo dove va in scena fino al 29 aprile l’adattamento musicale italiano della serie. Paolo Ruffini, Justine Mattera e Arianna ripercorrono in modo condensato (se condensato si può definire uno spettacolo di due ore e mezza) le vicende di Jack, Janet e Chrissy. Jack è un aspirante cuoco spiantato con fama da playboy, che si trasferisce in una casa già occupata da due belle fanciulle. Peccato che i proprietari dell’appartamento non vogliano promuovere la convivenza tra sessi opposti, quindi a Jack non resta che inventarsi di essere gay, salvo poi tentare ad ogni occasione di corteggiare le due belle coinquiline. Da questa improbabile convivenza avrà luogo un'infinita serie di equivoci, gag esilaranti e situazioni paradossali.

 La commedia prevede anche una partecipazione diretta del pubblico, che sarà vero e proprio protagonista di alcune scene insieme agli attori. Gli spettatori saranno interattivamente coinvolti nello spettacolo per un divertimento sfrenato in 3D.

Tutta la commedia ruota sugli equivoci che si vengono a creare e sulle parti musicali ben interpretate dagli attori – su tutti Arianna: non a caso è l’unica dei tre principali interpreti ad avere un passato da cantante, con tanto di partecipazione e piazzamento a Sanremo Giovani.

La recitazione è brillante e veloce, con gli attori particolarmente adatti a calarsi nelle parti: Ruffini come gay isterico o cascamorto da strapazzo, Arianna come quasi farmacista posata e razionale e Justine Mattera come modella bionda tipicamente “blonde”, svampita, imbranata, adorabile e fatale per qualunque uomo le capiti a tiro.

Le contaminazioni scelte dal regista Claudio Insegno sono, tutto sommato, godibili, soprattutto la scelta di sfruttare le doti da cabarettista di Ruffini già viste all’opera sul piccolo schermo nella conduzione di Colorado. L’unica provocazione potrebbe essere quella di chiedersi se lo spettacolo non avesse potuto stare in piedi solo come commedia e non come commedia musicale.

Sicuramente, quando andrete a vedere “Tre cuori in affitto”, aspettatevi di trovarvi in una sala gremita di giovani. L’appeal del protagonista maschile su questa fascia di pubblico, vuoi per le apparizioni al cinema, vuoi per la già citata conduzione di Colorado, vuoi per i notissimi video del Nido del Cuculo su Youtube, è veramente notevole. Pubblico giovane, quindi,caldo e partecipativo, pronto a ridere e a farsi coinvolgere. Un fattore da non tralasciare quando si vuole passare una bella serata.

“Tre cuori in affitto”, con Paolo Ruffini, Justine Mattera, Arianna, testi di Eduardo Tartaglia, musiche di Giovanni Maria Lori, regia di Claudio Insegno – al Teatro Nuovo fino al 29 aprile


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.