Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Giro d'Italia "Ciclismo" 24 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Quella rosea pedalata

Per la decima volta il Giro parte dall’estero e scopre anche la Danimarca

di Luigi Sada

  Conto alla rovescia per il Giro d’Italia 2012. L’appuntamento rosa prende il via dalla Danimarca sabato 5 maggio da Herning e si concluderà il 27 a Milano (circuito dal Castello Sforzesco a piazza Duomo) dopo ventuno tappe per un totale di 3.476 chilometri. È la decima volta che il Giro parte dall’estero e non è mai salito così in alto al Nord. Le prime due settimane sono abbastanza agevoli con almeno sette traguardi per velocisti mentre i punti caldi sono nella fase centrale e finale con il doppio Pampeago, il Mortirolo e lo Stelvio.

In pratica, gli arrivi in salita sono sei con quaranta GPM. Tre le frazioni più temute, la 17° da Falzes a Cortina d’Ampezzo col Valparola, Duran, Forcella Staulanza e Glau con 72 chilometri di salite; la 19° da Treviso a Alpe di Pampeago col Sella di Ros, Manghen e il Lavaze inserito tra le due ascese a Pampeago con 51 chilometri in salita; la penultima tappa da Caldes al Passo dello Stelvio con la Cima Coppi con l’inserimento del Tonale, Aprica e Montirolo per un totale di 70,7 chilometri di salite. Un bel cocktail per gli scalatori.

Due le cronometro in programma, quella a squadre della tappa inaugurale di Herning sulla distanza di 32,2 chilometri e quella di Milano di 31,5 per il gran finale. In omaggio allo sfortunato belga Weyland, morto lo scorso anno il 9 maggio in corsa, verrà ritirato per sempre il numero 108. L’ultima edizione della manifestazione rosa è stata vinta dallo spagnolo Alberto Contador.

Le leggende del Giro sono Alfredo Binda, Fausto Coppi e Eddy Merckx con cinque vittorie ciascuno. Nelle tappe di avvicinamento al Giro negli appuntamenti internazionali del nord sono saliti a turno sul podio Tom Boonen nella Parigi-Roubaux e al Giro delle Fiandre, col nostro Alessandro Ballan protagonista in entrambe le gare. Poi c’è stato il capolavoro di Gasparotto nell’Amstel Gold Race, gli acuti di Cunego e Pozzovivo al Giro del Trentino e, ultimo in ordine di tempo, il successo del Kazako Maxim Iglinskiynella nella Liegi-Bastogne-Liegi di domenica scorsa, peccato per Vincenzo Nibali arrivato secondo.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.