Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
iosonopompilio 25 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Umberto la prima  stella, Andrea la Terza

di Cesare Pompilio

  All’improvviso uno sciame di “Utili inutili” sono apparsi in tutte le televisioni private. Loro medesimi hanno messo in atto una serie di “fogliacci” senza piede e senza coda: incompetenti e bugiardi, però parlavano della Juve. Ma quale Juve? Non importa, tutti con un comune denominatore: ignorare il periodo di Luciano Moggi e Antonio Giraudo. Tutti filo-interisti “Poverino Moratti, con Moggi a fare mercato non riusciva a vincere”. Poi avvenne la scrematura: i più titolati si sono inventati dei libri: falsi perché incompleti; però parlavano della Juve. I tifosi bianconeri non hanno l’anello al naso perciò le vendite sono risultate trascurabili. Bisognava distruggere Luciano Moggi, Antonio Girando e i pochi che tenevamo una condotta piena di dignità , con grande competenza e assolutamente disinteressata. Non faccio il nome delle persone dai comportamenti giannizzeri, incredibili pure i pseudo editori. Ma che  giornalista è un professionista che s’abbassa alle voglie contenutistiche di un proprio libro? Ma un libro è un libro se propone  una discussione, altrimenti è un insulso libello che non merita ne spazio ne stima e neppure rispetto. Che fatica subire le falsità; gente, che non merita neppure l’acqua della fogna, ha inscenato alla mia persona le più insulse delle offese. I medesimi s’inginocchiavano prima e ancora oggi pietono un saluto da Luciano Moggi. Qualcuno ha lasciato il posto vuoto all’osteria della vita, guai a evidenziare certi comportamenti, apriti cielo. Un clima da caccia alle streghe ha accompagnato Luciano Moggi e Antonio Girando negli ultimi cinque anni. Poi, all’improvviso si rompe il fronte: Oliviero Beha, giornalista e scrittore di grande valore, militante nell’area della sinistra, da sempre fustigatore del marcio che esiste nel mondo del calcio, chiese a se medesimo e agli addetti ai lavori la verità su Calciopoli , ancora oggi non trova risposte adeguate. Il procuratore sportivo Palazzi dice a tutti che se le intercettazioni trovate da Nicola Penta nel 2011 le avesse avute nel 2006 avrebbe rinviato l’Inter a giudizio e sicuramente sarebbe stata penalizzata. Giampiero Mughini, giornalista e opinionista sportivo, già direttore del quotidiano Lotta Continua, scrive un libro, usa il bisturi ma non estirpa la radice, tuttavia dà un contributo corposo all’annientamento del “fango” di cui qualche cerchiobottista parlava nei giorni caldi di calciopoli. Antonello Oggiano, un sardo tifoso bianconero, scrive le precisazioni sulle intercettazioni riguardante l’Inter, usando come pietra di paragone il trattamento dato alla Juve . Luciano Moggi scrive un suo libro con la collaborazione di due colleghi de IL GIORNO "Il calcio del cuore".

Il processo penale del Tribunale di Napoli emette una sentenza per molti versi curiosa, certamente appellabile. La giustizia sportiva? Non legge nessuna sentenza, a Napoli il giudice Teresa Casoria, nelle motivazioni,  fa emergere un fatto lapalissiano: “il campionati di calcio 2004/2005 e 2005/2006 sono stati regolari…”. Ma allora perché la giustizia sportiva fa pagare Calciopoli solo a Luciano Moggi, con una medievale radiazione? Aspettiamo risposte chiare e semplici, noi; i giannizzeri invece  scriveranno su questo scudetto  qualche insulso libello e la vendita sarà come al solito trascurabile. Dunque, questo titolo ha tanti padri? Certo. Nei giorni avvenire sapremo se la Corte dei diritti dell’Uomo lascerà certe brutture, sia pure nel mondo del calcio, nella loro dimensione. I tifosi della Juventus vogliono la terza stella sulle maglie; alla domanda se la Juve può fregiarsi della terza stella il Presidente dell’Inter Massimo Moratti risponde con la “spocchia dell’arricchito” : “Una provocazione… Anche Abete è contrario”. Dovremmo aprire ancora uno scenario da incubo, dobbiamo ancora trasformare le mani in artigli? Certo che, se Javier Zanetti, capitano dell’Inter, mezz’ora prima dell’inizio della partita Juve- Inter a Torino, passa davanti agli scudetti 2005 e 2006 e mette sopra la maglia dell’Inter, siamo ancora  e di nuovo davanti all’ennesima stortura  e provocazione che prende di mira non solo i dirigenti della società bianconera dell’epoca della “Triade” ma tutta la Juventus. Offende, dunque, il lavoro di chi in questi anni a costo di sacrifici ha tenuto in alto il nome della Juve. Andrea Agnelli, come suo padre Umberto, al primo anno di presidenza della Juve, vinse lo scudetto, e mise vicino ai campioni d’Italia, calciatori di grande talento come Omar Sivori e John Charles. La Prima stella è arrivata con Umberto Agnelli, la terza arriva con Andrea Agnelli, come dire di padre in figlio. Andrea, però… deve vincere la stella della dignità. La stella dell’unità. La stella dell’amicizia. Alle miserie umane si risponde con scelte ad alto profilo: Luciano Moggi, Antonio Girando entrambi a cena con John Ekann, azionista di riferimento della società calcistica più gloriosa d’Italia. Dunque, in alto i calici, cari tifosi della Juve proletari senza rivoluzione. Questo scudetto, il 30 della nostra storia: E’ NOSTRO. Appartiene alle nostre ferite mai rimarginate, appartiene a ognuno di noi che con il proprio contributo ha contribuito a far ritornare la Juve grande. In questi giorni e in quelli che verranno, se potete, state zitti non rilasciate dichiarazioni, cari Blanc, Cobolli Gigli,Secco, Bettega, Amauri, Felipe Melo ecc… Per favore state zitti, lasciateci godere questo scudetto, per parlare, per pagare i debiti e per morire c’è sempre tempo. Bacio le mani!


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.