Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
L'angolo di Franco Rossi 30 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

SORPRENDE L’INTER “PRIMAVERA”,  PIACE LA FIORENTINA

LA POCHEZZA DEL MILAN, ASPETTANDO KAKA’,  E’ DISARMANTE

di Franco Rossi

   Si è visto qualcosa di nuovo in questo inizio di campionato. Ad esempio la Fiorentina di Montella e l’Inter di Stramaccioni. Sono stato quasi sempre contrario ad etichettare una squadra con il suo allenatore, ma ogni tanto si può fare eccezione. Prima di tutto non è un caso che le panchine di Inter e Fiorentina siano guidate da uomini che provengono dalle giovanili. Palla a terra e due tocchi, è una delle regole che ti insegnano nelle squadre primavera. La Fiorentina è stata facilitata dall’età dei suoi calciatori e la “mano” di Montella è stata capita più velocemente che in casa Inter. La bravura di Stramaccioni, invece, è stata quella di far accettare il modo di giocare della Primavera da giocatori che la Primavera forse non l’hanno mai vista. I primi venti minuti giocati a Pescara sono stati perfetti, uno-due, uno-due con smarcamenti brevi solo a riprendersi la palla. Due a zero e poi un giocherellare sino alla fine con stucchevole insistenza da parte dei troppi vogliosi di dimostrare quanto sono bravi. Ma quei venti minuti iniziali fanno capire che questa Inter può arrivare tranquillamente nelle prime tre, risultato comunque apprezzabile. La Fiorentina ha fatto un po’ lo stresso, ma contro un avversario più forte del Pescara e una giocata,  alla “Minnesota Fats” (nomignolo che tanti anni fa avevo affibbiato a Mancini) di Jovetic ha deciso tutto. Montella e Stramaccioni, i giovani che il calcio italiano forse va cercando, sono in panchina. Altre novità interessanti nella prima giornata non se ne sono viste. La Juventus ha fatto la sua parte, in attesa di un centravanti di spessore (attenti che Llorente è un Pazzini spagnolo, non certo un top player). Anche il Milan ha fatto la sua giocata, o almeno ha fatto quello che sa fare: poco. El Shaarawy più che il “faraone” bisognerebbe ribattezzarlo “la mummia”, mentre in difesa è stato un rincorrersi a chi sbagliava di più. Se le migliori azioni d’attacco sono state di Yepes, cioè di un difensore trentacinquenne, c’è poco da sperare… Robinho, offerto in giro a prezzo di saldo, anzi di regalo, ha sempre più l’etichetta del “un anno è poco e due sono troppi”. Pelè sei anni fa  lo consacrava suo erede dichiarando che sarebbe diventato meglio di Maradona, proprio le stesse parole che sta usando adesso per Neymar. Anche la Roma ha fatto la sua parte, nella migliore delle tradizioni “zemaniane”, così come il Napoli, che ha travolto uno sfilacciato Palermo. In Inghilterra niente di nuovo, mentre in Francia tre punti in tre partite per il PSG sono davvero pochi, per non parlare del Real già a cinque punti dal Barcellona. Mourinho ha la maledizione del terzo anno: al Chelsea lo licenziarono, all’Inter non volle vivere l’esperienza e a Madrid sta pagando, almeno per ora.

Voci di mercato

Il Milan vorrebbe Kakà in prestito gratuito, in realtà lo pagherà senza rendere pubblica la cifra e ufficialmente si dirà che l’ingaggio è a carico della società spagnola, così come fece con Crespo sino a che il Chelsea non diramò il famoso comunicato. Maicon, offerto inutilmente al City, finirà chissà dove.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.