Banner
Banner

Seguici su

 

facebook_32 twitter_32 myspace_32

Chat-stadio5-Online

  • Nessun utente on line

Partners

Banner
Inter Catania "L'Editoriale" 37 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

 

Accontentarsi per diventare migliori

In questo campionato Inter e Milan sembrano subire la superiorità di Juve e Napoli

di Beppe Vigani

 Ero in metropolitana e stavo leggendo con molta attenzione i titoli che capeggiavano su alcuni giornali. Trattavano gli azzurri di Cesare Prandelli. Nel Belpaese la Nazionale, per molti, è un oggetto misterioso. Non per entità, ma per mentalità. Imperversa il campionato e ciò che fanno coloro i quali cantano l’inno di Mameli non interessa ad alcuno. Non vi sono Mondiali o Europei, ma un banalissimo Girone in cui Bulgaria, Armenia, Danimarca e Repubblica Ceca cercheranno di renderci la vita impossibile per strappare il biglietto di Rio 2014. In questi casi dimostriamo la nostra esterofilia, i francesi sono altra pasta. In questi giorni, in cui la Serie A ha preso un po’ di ferie, il leit motiv è stato Allegri. Giù dalla torre per tanti tifosi rossoneri. Non discuto, osservo. Viene da ridere a sentire e leggere la ridda di nomi che si accostano alla panchina milanista, ma interessa uno su tutti: Guardiola. Come fare il giro della Muraglia cinese. Poi, come se non bastasse, ecco arrivare dalla lontana Russia il re dell’alluminio come possibile, papabile, eventuale compratore. Ho messo un po’ di aggettivi per entrare meglio nella testa di chi assimila meglio il termine probabile. In Via Turati c’è fermento, almeno questo si può scrivere. Niente di grave, solo che le speranze crescono. Immaginate se arriva un magnate russo come Oleg Deripaska con cinquecento milioni di euro pronta cassa e con il Pep sulla panchina. Roba da sceicchi. Una rivoluzione epocale, visto la congiuntura negativa che sta passando il club. Dall’altra parte del Naviglio l’atmosfera emana altri profumi. Stramaccioni sembra Mourinho, il derby vinto pare aver nascosto qualsiasi magagna di una squadra che è tutta tranne che perfetta. La classifica sorride, il gioco piange; ma cosa conta di più? Per il momento il terzo posto sembra aver sconfitto qualsiasi scetticismo. E’ solo apparenza. Juventus e Napoli sono molto distanti dal pianeta Inter. Questione di punti di vista. Dopo l’ennesima tappa forzata per gli impegni della Nazionale, le milanesi proveranno a convincerci che le prime due lassù in alto potranno essere riprese. Adriano Galliani insiste, giustamente diciamo noi, su Massimiliano Allegri, Silvio Berlusconi apprezza, ma si dispera. Massimo Moratti, invece, coccola Stramaccioni, convinto che potrebbe essere veramente il Ferguson d’Italia. Chi troppo vuole nulla stringe e sia Inter, sia Milan hanno capito che in momenti di magra è opportuno accontentarsi. Sarebbe un errore grave pensare di esporsi a promesse che oggi nessuno dei nostri due club potrebbe mantenere. Meglio il basso profilo e lavorare nell’oscurità per evitare figuracce. Canis per fluvium carnem ferens (Il cane deluso nella sua ingordigia) era una delle novelle di Fedro che narra in modo chiaro il noto proverbio "chi troppo vuole nulla stringe". Datemi retta: quest’anno, miracoli a parte, checché dicano Moratti e Galliani, lo scudetto prenderà una direzione diversa da quella di Milano. Speriamo solo che non diventi consuetudine.


 

Video

6

Per guardare tutti i video vai alla pagina Video

NEWS STADIO 5

Stadio5 online Stadio5 online         Da oggi potrete leggere Stadio5 anche onl... Read more
La strana coppia di STADIO5 “La Strana Coppia di Stadio5” Una trasmissione che in modo ironico e dissa... Read more


Pubblicita1

Banner

Pubblicita2

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

PARTITA IVA: 11622330154 Valid XHTML and CSS.